Accesso ai servizi

Cappella della Confraternita

Cappella della Confraternita


Edificio sacro del XVIII secolo, a pianta centrale e di linguaggio non provinciale che testimonia la committenza esterna e l' accresciuta importanza del paese. Non fu mai consacrata.
Una leggenda narra che fu voluta da un vescovo corrotto che tentava di comprarsi il paradiso. Finiti i suoi averi prima della fine della costruzione, prelevò le pietre della più antica parrocchia (sul sito dell' Annunziata) e del vecchio cimitero (quello della peste del 1600). La popolazione, timorosa della vendetta degli appestati disturbati nel loro sonno eterno ed indignata, si rivoltò condannando l'opera a diventare il fantasma di se stessa, un magazzino con una veste da regina.
La Confraternita è comunque una delle più belle architetture del paese.