Accesso ai servizi

Le risorse

Il castagno europeo (Castanea sativa), più comunemente chiamato castagno, è un albero a foglie caduche appartenente alla famiglia delle Fagacee.
Il castagno è una delle più importanti essenze forestali dell'Europa meridionale, in quanto ha riscosso, fin dall'antichità, l'interesse dell'uomo per i molteplici utilizzi. Oltre all'interesse intrinseco sotto l'aspetto ecologico, questa specie è stata largamente coltivata, fino ad estenderne l'areale, per la produzione del legname e del frutto. Quest'ultimo, in passato, ha rappresentato un'importante risorsa alimentare per la popolazione di Monasterolo come per altre popolazioni rurali degli ambienti forestali montani e collinari, in quanto le castagne erano utilizzate soprattutto per la produzione di farina.
L'importanza economica del castagno ha attualmente subito un generale drastico ridimensionamento ma per Monasterolo rimane tutt'ora una risorsa importante anche se la coltura da frutto è oggi limitata alle varietà di particolare pregio e anche la produzione del legname da opera si è ridotta.
Le castagne vengono attualmente prodotte soprattutto per il consumo diretto concentrato nei mesi autunnali e per l'essicazione (che ancora viene fatta negli "scau") e rimane marginale l'utilizzo delle castagne per la produzione della farina per l'impiego nell'industria dolciaria (confetture e marron glacé).


I funghi sono strane forme della natura che hanno affascinato gli uomini sin dai tempi più lontani infatti i primi documenti che parlano di questi organismi vegetali risalgono addirittura alla civiltà greca.
Il fascino esercitato dai funghi deriva non solo dal loro utilizzo culinario ma anche dall'opportunità che essi offrono di trascorrere un po' di tempo a contatto con la natura.
Come tutti gli organismi viventi i funghi svolgono nel loro ambiente un ruolo molto importante e vanno pertanto trattati con il massimo rispetto.
Andar per funghi è uno sport bellissimo se viene praticato rispettando il bosco, la proprietà privata e le leggi che regolamentano la raccolta.
I funghi di Monasterolo Casotto sono di qualità eccezionale, estremamente profumati e saporiti, e costituiscono una delle risorse più importanti per la popolazione. Nei boschi che circondano il paese nascono numerose specie di funghi commestibili ma la zona è soprattutto famosa per gli ottimi porcini che nascono spontanei e abbondanti in tutto il territorio.


L'economia del Comune è prevalentemente agricola ed in alcuni casi sporadici ancora pastorizia anche se queste due attività si sono notevolmente ridimensionate negli ultimi decenni.
La coltura più diffusa attualmente è quella del Castagno anche se sopravvivono prati e vigne molto curati, merito indiscusso dei pochi valligiani rimasti fedeli alla loro terra.


Monasterolo, con il suo clima salutare, il verde intenso dei suoi boschi e l'ottima posizione al riparo dai venti è diventato, in un clima di esodo dalle città, la meta fissa di un turismo che mira soprattutto al riposo del corpo e dello spirito in un ambiente pulito e quanto mai distensivo.